La crescente informatizzazione dei sistemi ha introdotto l’obbligo del formato elettronico (e ora anche xml) su tutti i principali adempimenti fiscali. Se questo da un lato porta sicuramente dei vantaggi generali in termini di flessibilità e standardizzazione, dall’altro implica una continua verifica delle procedure, che devono mantenere una precisa conformità agli standard (pena lo scarto della comunicazione) e tali standard sono purtroppo oggetto di continue modiche, sia formali che sostanziali.

Per il contribuente questo significa mantenere le procedure sempre aggiornate e per MCG l’onere di rivedere il software e distribuirlo in tempo utile.        

Dopo lo spesometro del secondo semestre 2017, ora siamo alle prese con la liquidazione periodica IVA del primo trimestre 2018 (scadenza 16 maggio) che presenta ancora delle diversità rispetto alla precedente versione.

Le novità in questo caso non sono strutturali ma implicano comunque l’aggiunta di informazioni sul modello (“Operazioni straordinarie” e “Metodo” per la motivazione dell’eventuale acconto di fine anno) e la modifica dell’xml standard.

Stiamo quindi rivedendo nuovamente le procedure che dovranno poi essere installate presso i Vostri sistemi, con le consuete modalità (in questo caso l’aggiornamento potrà essere fatto senza fermare l’attività degli utenti)

Altro vincolo al quale non possiamo sottrarci e che condiziona necessariamente anche i tempi di rilascio delle modifiche, è la presenza del software di controllo (ad esempio l’AdE ha rilasciato soltanto oggi il nuovo modulo di controllo della liquidazione periodica IVA).

Come sempre MCG pianificherà autonomamente le installazioni e provvederà ad informarVi al termine delle attività.

Qualora, per qualsiasi motivo, non riteniate necessario essere aggiornati alle ultime disposizioni in materia, siete pregati di comunicarcelo in tempo utile.